Articoli / Blog | 09 Febbraio 2019

Agi – Ma poi Cristicchi è davvero un poeta?

Simone Cristicchi, che forse vincerà Sanremo 2019 con ‘Abbi cura di me’, è davvero un poeta? Fabrizio Corona, che è in cima alle classifiche dei libri più venduti con ‘Non mi avete fatto niente’, è davvero uno scrittore? Queste domande che affollano il web sono senza senso perché sono suscettibili di infinite risposte e servono solo a parlare ancor di più di personaggi già notissimi.

Perché il punto, invece, è proprio questo: essendo Cristicchi e Corona, dei personaggi famosi, ciò che dobbiamo chiederci è se sono anche “persone”. È possibile cioè, nel loro caso,  a partire dal “personaggio” trovare la “persona” che ci sta dietro, ovvero intercettarne la personalità? La personalità non è solo il carisma innato: la personalità è il talento a cui si aggiunge tanto altro.

Scelte, rinunce, decisioni,  percorsi responsabili, lavoro. Gli allenatori delle squadre giovanili conoscono moltissimi giovani talentuosi che non arrivano mai a essere campioni perché si accontentano del loro talento innato. Magari enorme, ma acerbo e non strutturato perché non coltivato. A ben vedere è un’esperienza comune, non solo degli allenatori o degli educatori.

Tutti conosciamo qualcuno che poteva essere “qualcuno” e invece è rimasto “un signor nessuno”. Non in termini di share ma in termini di realizzazione di se stesso e della propria vita, che è ciò che veramente conta. La persona riconoscibile dentro “un personaggio” è quella che ha una sua etica, una sua morale, ed è così non perché ha sempre sulla bocca la “parola morale”, anzi, forse non ce l’ha mai: è conosciuta così per come vive.

Non interessa sapere se Cristicchi o Corona sono “anche” poeti o scrittori, interessa sapere se oltre che cantanti e personaggi televisivi hanno anche “personalità”.

E questa preoccupazione dovrebbe essere, prima che nostra, di Cristicchi e di Corona (e certamente sarà così). Perché un personaggio pubblico non è pubblico solo perché sta sotto i riflettori; è “pubblico” perché desta nel pubblico sentimenti di curiosità, di ammirazione o, a volte, di riprovazione, perché “mettendosi in mostra” si fa conoscere. Ma, dietro il “trucco e parrucco” del personaggio arrivano – immateriali – le personalità di quei personaggi, ovvero il loro essere persone.  

In esse si catalizzano, coscientemente o no, valori, desideri, concezioni del bene e del male che, a favore o contro, interpellano tante persone qualsiasi. Ecco perché le domande sulle personalità dei personaggi famosi sono le vere domande che ci interpellano e che interpellano prima di tutto Cristicchi e Corona. Non se siano, oltre che cantanti o showman, anche poeti e scrittori. 

Tratto da Agi