Blog / Una donna nel Vangelo | 24 Settembre 2020

Venerdì 25 settembre – Sei vita

Commento al Vangelo (Lc 9,18-22) del 25 settembre 2020, venerdì della XXV settimana del Tempo Ordinario, di Mauro Leonardi. Chiunque può mandare i suoi brevi commenti, audio o scritti, a [email protected]

Un giorno, mentre Gesù si trovava in un luogo appartato a pregare e i discepoli erano con lui, pose loro questa domanda: «Chi sono io secondo la gente?». Essi risposero: «Per alcuni Giovanni il Battista, per altri Elia, per altri uno degli antichi profeti che è risorto». Allora domandò: «Ma voi chi dite che io sia?». Pietro, prendendo la parola, rispose: «Il Cristo di Dio». Egli allora ordinò loro severamente di non riferirlo a nessuno. «Il Figlio dell’uomo, disse, deve soffrire molto, essere riprovato dagli anziani, dai sommi sacerdoti e dagli scribi, esser messo a morte e risorgere il terzo giorno».

Chi sono?
È una domanda a cui puoi rispondere solo tu.
Solo tu che vivi con me.
Chi sono?
È una domanda che posso fare solo dopo aver pregato.
Perché lo sa solo Dio chi sono. Mi ha creata lui.

Chi sei?
Non lo so.
So chi sei per me.
Sei la vita mia.
Sei la vita.
Chi sei?
Anche tu puoi chiederlo solo dopo aver pregato.
Solo la preghiera dà certe risposte.

Ripetimi cosa ti accadrà.
Non lo dirò a nessuno.
Voglio tenere nel cuore il tuo dolore, la tua morte e quello che sarà e che non capisco.