Blog / Una donna nel Vangelo | 21 Maggio 2020

Venerdì 22 maggio – Credo solo a te

Commento al Vangelo (Gv 16,20-23a) del 22 maggio 2020, venerdì della VI settimana di Pasqua, di Mauro Leonardi. Chiunque può mandare i suoi brevi commenti, audio o scritti, a [email protected]

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «In verità, in verità io vi dico: voi piangerete e gemerete, ma il mondo si rallegrerà. Voi sarete nella tristezza, ma la vostra tristezza si cambierà in gioia. La donna, quando partorisce, è nel dolore, perché è venuta la sua ora; ma, quando ha dato alla luce il bambino, non si ricorda più della sofferenza, per la gioia che è venuto al mondo un uomo. Così anche voi, ora, siete nel dolore; ma vi vedrò di nuovo e il vostro cuore si rallegrerà e nessuno potrà togliervi la vostra gioia. Quel giorno non mi domanderete più nulla».

Posso solo crederti.
Perché io non ci credo che le mie lacrime, i miei gemiti, la mia tristezza.
Si tramuteranno in gioia.
Io non ci credo.
Io credo a te.
Io credo in te.
Io credo con te.
E allora non faccio domande.
Ma lascio tutto nelle tue mani.
Chiedo tutto nel tuo nome.
E aspetto la gioia.
E aspetto la risposta.
E aspetto la vita.
Perché io credo a te.
Io credo solo a te.