Blog / Una donna nel Vangelo | 30 Aprile 2020

Venerdì 1° maggio – Non finirà mai

Commento al Vangelo (Gv 6,44-51) del 1° maggio 2020, San Giuseppe Lavoratore, di Mauro Leonardi. Chiunque può mandare i suoi brevi commenti, audio o scritti, a [email protected] 

In quel tempo, disse Gesù alla folla: «Nessuno può venire a me, se non lo attira il Padre che mi ha mandato; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno. … Chiunque ha ascoltato il Padre e ha imparato da lui, viene a me. Non perché qualcuno abbia visto il Padre; solo colui che viene da Dio ha visto il Padre. In verità, in verità io vi dico: chi crede ha la vita eterna. Io sono il pane della vita. … Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo».

C’è un pane che fa arrivare a sera e c’è un pane che fa vivere fino alla morte.
C’è un pane che trovo la mattina e la sera non c’è più, e c’è un pane che mi attira.
Un pane che è fatto di carne, di carne che viene dal cielo.
Un pane in cui credere.
Da guardare negli occhi.
Da mettere in bocca per vivere per sempre.
Quel pane non finirà mai perché non finirà mai la vita.