donnavangelo32
Blog / Una donna nel Vangelo | 24 Aprile 2020

Sabato 25 aprile – Io vicino a te

Commento al Vangelo (Mc 16,15-20) del 25 aprile 2020, san Marco, di Mauro Leonardi. Chiunque può mandare i suoi brevi commenti, audio o scritti, a [email protected] 

In quel tempo Gesù apparve agli Undici e disse loro: «Andate in tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura.» Chi crederà e sarà battezzato sarà salvo, ma chi non crederà sarà condannato. E questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno i demòni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano i serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno, imporranno le mani ai malati e questi guariranno». Il Signore Gesù, dopo aver parlato con loro, fu assunto in cielo e sedette alla destra di Dio. Allora essi partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore operava insieme con loro e confermava la parola con i prodigi che l’accompagnavano.

Andare.
Proclamare.
Battezzare.
Scacciare demoni.
Parlare lingue nuove.
Prendere serpenti in mano.
Bere veleni.
Guarire.

Farò tutto questo.
Con te che sei con me.
Dalla destra di Dio.
Anche se desidero solo stare io alla tua destra.
Io vicino a te.

Lo so che agisci con me.
Lo so che sei sempre con me.
Ma è così difficile non toccarti.

Ascolterò il vangelo.
Servirò tutti.
E con l’amore tu sarai con me.

Se tu sei in cielo.
E io in terra.
Allora farò, della terra, cielo.

Con te in bocca.
Nelle orecchie.
Nelle mani.
Nel cuore.
Vinco, guarisco, amo, tutto. Tutti.