donnavangelo30
Blog / Una donna nel Vangelo | 28 Febbraio 2020

Sabato 29 febbraio – Tutto con te è amore

Commento al Vangelo (Lc 5,27-32) del 29 febbraio 2020, sabato dopo le Ceneri, di Mauro Leonardi. Chiunque può mandare i suoi brevi commenti, audio o scritti, a [email protected]

In quel tempo, Gesù vide un pubblicano di nome Levi seduto al banco delle imposte, e gli disse: «Seguimi!». Egli, lasciando tutto, si alzò e lo seguì. Poi Levi gli preparò un grande banchetto nella sua casa. C’era una folla di pubblicani e d’altra gente seduta con loro a tavola. I farisei e i loro scribi mormoravano e dicevano ai suoi discepoli: «Perché mangiate e bevete con i pubblicani e i peccatori?». Gesù rispose: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati; io non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori a convertirsi».

Del peccato mi piace solo che sento la tua voce.
Che mi chiama.
Che mi chiami.

Lasciare tutto.
Una pazzia .

Seguire te.
Una pazzia.

Tu, santo, in casa mia.
Una pazzia.

Tu, seduto alla mia tavola.
Una pazzia.

Io che ti servo tutta la vita.
Una pazzia.

E tu che te ne cibi e disseti.
Una pazzia.

Tu che dici che sei venuto per me.
Una pazzia.

Tutto con te è pazzia.

L’amore è una pazzia.

Tu mi chiami e mi dici di seguirti.
Per portarmi a casa mia.
Tu mi doni la mia stessa vita.
E la abiti.
E la vivi.
Con me.