Blog / Una donna nel Vangelo | 04 Mag 2015

Lunedì 4 maggio – E tutto si compie

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi mi ama. Chi mi ama sarà amato dal Padre mio e anch’io lo amerò e mi manifesterò a lui». Gli disse Giuda, non l’Iscariota: «Signore, come è accaduto che devi manifestarti a noi e non al mondo?». Gli rispose Gesù: «Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Chi non mi ama non osserva le mie parole; la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato. Queste cose vi ho detto quando ero ancora tra voi. Ma il Consolatore, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, egli v’insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto». Giovanni 14,21-26.

Che belli i tuoi comandamenti.
Sono da accogliere.
Dicono che ti amo, che mi ami.
Non sono per schiavi.
Sono per chi si vuole bene, si ama, per gli amici.
Che bella la tua parola.
Attira l’amore.
Attira gli amanti: tu e il Padre.
Tu e il Padre dentro di me.
Come dimora.
Come casa.

Ogni volta che ascolto la tua parola.
Che compio quello che comanda.
È come se dicessi Ti amo.
Ogni volta che ti amo.
Mi riempio di amore.
E ti vedo.
Vedo che ci sei.
Ci sei per me.
E vieni.
Vieni da me.

L’amore rispetta la parola dell’amato.
L’amore svela l’amato.
L’amore dimora nell’amato.
L’amore attende l’amato.
E tutto si compie.

Ti guardo.
Ti ascolto.
Ti accolgo.
Ti amo.
Aspetto chi arriverà nel tuo nome.
A ricordarmi le tue parole.
Il tuo amore.

Che intreccio meraviglioso.
Io, te, la tua parola, il Padre, lo Spirito Santo.
Tutto unito.
Tutti uniti.
Tutto amore.

Questo commento del vangelo del giorno è fatto dalla prospettiva di una delle donne senza nome che seguivano Gesù (cfr Lc 8, 1-3). Il suo nome è Zippi (Zippora).

“Una donna del vangelo” è anche sul network di Papaboys: ecco il link

logo2

Maria1