Sabato 16 ottobre – Mauro Leonardi

Commento al Vangelo (Lc 12,8-12) del 16 ottobre 2021, sabato della XXVIII settimana del Tempo Ordinario, di Mauro Leonardi. Chiunque può mandare i suoi brevi commenti, audio o scritti, a [email protected]mauroleonardi.it

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Io vi dico: chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anche il Figlio dell’uomo lo riconoscerà davanti agli angeli di Dio; ma chi mi rinnegherà davanti agli uomini, sarà rinnegato davanti agli angeli di Dio. Chiunque parlerà contro il Figlio dell’uomo, gli sarà perdonato; ma a chi bestemmierà lo Spirito Santo, non sarà perdonato. Quando vi porteranno davanti alle sinagoghe, ai magistrati e alle autorità, non preoccupatevi di come o di che cosa discolparvi, o di che cosa dire, perché lo Spirito Santo vi insegnerà in quel momento ciò che bisogna dire».

Conoscere e riconoscere sono le basi dell’amore.  L’amore non cura i momenti di rabbia, di ribellione, di ombra e in questi casi raddoppia la capacità  di perdono e di accoglienza. Ma non può  superare la mancanza di fiducia. L’amore  non cura l’incapacità  di esprimersi ma guarda all’abbandono allo Spirito che presta parole e coraggio

I commenti sono chiusi.