Articoli / Blog | 21 Giugno 2020

Blog – #PreghiamoPerAlexZanardi

Intorno ad Alex Zanardi, che lotta per vivere a Siena nel reparto di terapia intensiva, c’è tutta l’Italia ma nessuno chiede di pregare per lui.
Mi sembra strano.
Io, un po’ come tutti i preti e un po’ come tutti i cattolici, da quando c’è whatsapp sono abituato ad essere sommerso di “catene di sant’Antonio” di preghiere. È un abitudine che non mi appartiene e, in certi casi, a proposito di certi argomenti, l’ho anche criticata, ma mi chiedo perché, nel caso di Zanardi, solo a me sia venuto in mente di lanciare l’hasthag #PreghiamoPerAlexZanardi

Oggi è domenica. Alcuni cattolici stanno ricominciando tra mille paure e tra mille mascherine ad andare a Messa, e credo non ci sia nulla di male chiedere che, nelle preghiere, anche loro rivolgano a Dio un pensiero per quest’uomo che ha fatto tante bene.
Senza dimenticare che, oltre ad essere l’eroe che tutto conosciamo, gode anche di un matrimonio felice, un patto d’amore a cui lui e Daniela sono fedeli da trent’anni.
Fu la voce della consorte a svegliarlo dal coma nel 2001, a raccontargli di quanto gli era accaduto e dell’amputazione delle gambe. Anche adesso è lei a stargli vicino e a ripetere “non lo lascio solo”.
Qualche tempo fa, Zanardi aveva detto che il segreto per stare insieme tanti anni era, innanzitutto, quello di evitare anche solo il pensiero di cambiare. “Prima di tutto, non devi prendere in considerazione alternative. Poi, se la scelta è stata giusta all’origine, è più facile”. E aggiungeva “Noi, un po’ alla volta, abbiamo capito che volevamo andare avanti tenendoci per mano e tutte le scelte sono venute di conseguenza. Daniela, quando l’ho conosciuta, aveva incarichi manageriali nel mondo automobilistico, ha lasciato quando sono andato a correre in America e oggi fa la mia manager”.
Per questi motivi, che si aggiungono a quelli di mera umanità, chiedo dunque di pregare per Alex, per la moglie Daniela e per il figlio Niccolò. Chiediamo che guarisca e che ad Alex non rimangano conseguenze gravi. E, se tutto ciò non debba avvenire o debba avvenire solo parzialmente, chiediamo che che Alex e la sua famiglia sentano la vicinanza di Gesù e di Maria.

#PreghiamoPerAlexZanardi