Articoli / Blog | 27 Marzo 2020

Settimanale VOI – Il Papa è con noi

Oggi in edicola il primo contributo per il settimanale VOI, dello stesso gruppo del settimanale ORA con cui collaboro organicamente 

Domenica 15 marzo, poco dopo le 16.00, Papa Francesco ha lasciato il Vaticano in forma privata e si è recato in visita alla Basilica di Santa Maria Maggiore per rivolgere una preghiera alla Vergine, Salus populi Romani, la cui icona è lì custodita e venerata. Successivamente, facendo un tratto di Via del Corso a piedi, come in pellegrinaggio, il Santo Padre ha raggiunto la chiesa di San Marcello al Corso, dove si trova il Crocifisso miracoloso che nel 1522 venne portato in processione per i quartieri della città perché finisse la “Grande Peste” a Roma.

Con la sua preghiera, il Santo Padre ha invocato la fine della pandemia che colpisce l’Italia e il mondo, implorato la guarigione per i tanti malati, ricordato le tante vittime di questi giorni e chiesto che i loro familiari e amici trovino consolazione e conforto. La sua intenzione si è rivolta anche agli operatori sanitari, ai medici, agli infermieri, e a quanti in questi giorni, con il loro lavoro, garantiscono il funzionamento della società. Verso le ore 17:30 il Santo Padre è rientrato in Vaticano.

C’è stato chi ha criticato questo comportamento, quasi Bergoglio fosse andato a fare quattro passi per il centro facendosi beffe delle indicazioni del Governo. Non è così. Proprio quel giorno, il Vaticano annunciava ufficialmente che il Sommo Pontefice celebrerà i riti della Settimana Santa senza la presenza fisica dei fedeli, ovvero senza popolo. E che, a ragione del rispetto delle norme anti coronavirus, almeno fino a Pasqua, anche le Udienze generali e la recita dell’Angelus saranno fruibili solo in diretta streaming sul sito ufficiale di Vatican News. Il motivo di queste scelte radicali, che anticipano quelle che verranno prese in Italia dopo il 3 aprile, è prudenziale e non sono le condizioni fisiche personali del Pontefice. Il motivo dei pochi passi fatti a piedi per via del Corso è semplicemente quindi che il Papa ha voluto simbolicamente ripetere i tradizionali pellegrinaggi di un tempo.

Tratto da VOI