Mercoledì 26 giugno – Mauro Leonardi

Commento al Vangelo (Mt 7,15-20) del 26 giugno 2019, mercoledì della XII settimana del Tempo Ordinario, di Mauro Leonardi. Chiunque può mandare i suoi brevi commenti al vangelo, audio o scritti, a [email protected]

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Guardatevi dai falsi profeti, che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro sono lupi rapaci! Dai loro frutti li riconoscerete. Si raccoglie forse uva dagli spini, o fichi dai rovi? Così ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi; un albero buono non può produrre frutti cattivi, né un albero cattivo produrre frutti buoni. Ogni albero che non dà buon frutto viene tagliato e gettato nel fuoco. Dai loro frutti dunque li riconoscerete».

I falsi profeti non sono solo gli imbroglioni che ci vogliono allontanare dalla fede o coloro che sono già lontani: sono anche coloro che presumendo di possedere la verità assoluta all’interno della istituzione perdono lo spirito e idolatrano l’istituzione stessa trascurando il cuore esposto di Cristo visibile nei bisognosi, nei lontani, nei poveri di spirito.