Mercoledì 12 giugno – Mauro Leonardi

Commento al Vangelo (Mt 5,17-19) del 12 giugno 2019, mercoledì della X settimana del Tempo Ordinario, di Mauro Leonardi. Chiunque può mandare i suoi brevi commenti al vangelo, audio o scritti, a [email protected]

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non crediate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento. In verità io vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà un solo iota o un solo trattino della Legge, senza che tutto sia avvenuto. Chi dunque trasgredirà uno solo di questi minimi precetti e insegnerà agli altri a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel regno dei cieli. Chi invece li osserverà e li insegnerà, sarà considerato grande nel regno dei cieli».

Gesù non è venuto a cancellare, perché la vita può solo dare e mai togliere anche quando sembra che sia fatta solo di mancanze e di mistero. L’amore poi è come un edificio che ha bisogno delle sue fondamenta per essere rinnovato, vissuto sempre con entusiasmo e con gioia come il primo giorno.