Blog / Una donna nel Vangelo | 18 gennaio 2018

Venerdì 19 gennaio – Chiamami a te

Commento al vangelo (Mc 3,13-19) del 19 gennaio 2018, venerdì della II domenica del Tempo Ordinario, di Mauro Leonardi

In quel tempo, Gesù salì sul monte, chiamò a sé quelli che voleva ed essi andarono da lui. Ne costituì Dodici – che chiamò apostoli –, perché stessero con lui e per mandarli a predicare con il potere di scacciare i demòni. Costituì dunque i Dodici: Simone, al quale impose il nome di Pietro, poi Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni fratello di Giacomo, ai quali diede il nome di Boanèrghes, cioè “figli del tuono”; e Andrea… e Giuda Iscariota, il quale poi lo tradì.

In ciascuno dei nomi dei dodici c’è pure il mio nome.
Un po’ sono Pietro, tanti si appoggiano.
Un po’ sono figlia di tuono, rumorosa, impetuosa, eccessiva.
Un po’ faccio domande che non ho capito niente.
Un po’ mi chiedo chi sei.
Un po’ non ti riconosco, voglio toccare, non ci credo.
Un po’ tradisco.
Tu però Gesù mio chiamami a te.
Chiamami sempre.
Di’ il mio nome come vuoi tu.