Venerdì 24 novembre – Il mio rifugio

23 Nov 2017   •   Blog  •  Una donna nel Vangelo

In quel tempo Gesù, entrato nel tempio, cominciò a scacciare i venditori, dicendo: «Sta scritto: La mia casa sarà casa di preghiera. Ma voi ne avete fatto una spelonca di ladri!». Ogni giorno insegnava nel tempio. I sommi sacerdoti e gli scribi cercavano di farlo perire e così anche i notabili del popolo; ma non sapevano come fare, perché tutto il popolo pendeva dalle sue parole.

La tua casa.
Mio rifugio.
Mia gioia.
Sporca di ruberie.
Scaccia tutti.
E continua a parlarmi, ad insegnarmi.
La tua casa deve conoscere solo la tua voce.

Difficile uccidere chi ha la bocca piena di vita.
Tutti sono lì.
A pendere dalla tua bocca.
A prendere la vita dalle tue parole.

Difficile uccidere chi ha la bocca piena di vita.
Difficile uccidere chi è la vita.

Andate via voi che tramate trappole di morte.
Lì dove è di casa la vita.