Blog / Bruno Mardegan / Lettere | 14 Agosto 2013

Le lettere di Bruno Mardegan – Tragedia ludopatia

Caro direttore, la ludopatia sta diventando una tragedia nazionale. I quotidiani, con Avvenire in testa hanno dato ampio spazio alla dannosa diffusione dei videopoker. Esistono casi localli di estrema gravità, come quello di Genova dove si trova una sala giochi ogni 230 abitanti. La diffusione selvaggia del gioco d’azzardo ha conseguenze sociali pesanti. Si viene anche a sapere che questo fenomeno ha originato un aumento notevole dello strozzinaggio, della malavita organizzata, della ludopatia non riconosciuta. Lo Stato si dimostra miope di fronte a questa vera tragedia nazionale. Miope anche economicamente.E’ più sensibile alle minori entrate che potrebbero derivare da misure volte a frenare questo gioco col fuoco, che ai danni che questo gioco perverso causa alla società e al bilancio della sanità, essendo la ludopatia una malattia coperta dal servizio sanitario nazionale. Una possibilità di contenimento del fenomeno è stata intravista nella fissazione di un tetto alle giocate via web, ancora da sperimentare. Un altro tipo di intervento efficace può essere quello di offrire incentivi statali o regionali ai sindaci che hanno fatto la cordata contro l’azzardo, i quali a loro volta riconosceranno un bonus alle sale gioco che rifiutano le slot-machine. Il problema è molto serio e il governo deve affrontarlo di petto. Cordialità.

Bruno Mardegan – Milano

Commenta nel post o nel forum in Lettere