Bruno Mardegan
Blog / Bruno Mardegan / Lettere | 19 Giugno 2013

Lettere di Bruno Mardegan – La Germania è così grazie alla cogestione

Obiezioni di coscienza

Dalla Francia ci arriva una lezione umanitaria. I sindaci obiettori non celebrano le nozze gay. In Italia, in un altro campo, si pretenderebbe che i medici obiettori fossero obbligati a praticare gli aborti, contro la loro coscienza. Confidiamo che il ministro della Salute, sensibile a questa problematica, blocchi la perversa forzatura. Cordialità. Bruno Mardegan – Milano

Lettera pubblicata da Libero il 12 giugno 2013

Manca l’animus d’impresa

Dopo la comunicazione del ministro Zanonato che non si trova la copertura dei mancati aumenti di IVA e IMU, c’è stata una sollevazione dei lettori su questa pagina. Alla risposta che mancano otto miliardi un lettore ha fatto notare che la cifra corrisponde all’uno per cento degli ottocemnto miliardi di spese statali. Manca piuttosto la buona volontà. Soprattutto a questi ministri economici manca l’animus imprenditoriale. La situazione cambierebbe se nel governo ci fossero ministri imprenditori, che conoscono la situazione delle aziende al limite del collasso, e sanno che solo diminuendo le tasse, non aumentandole, l’economia può ripartire e il bilancio statale può migliorare. Inoltre, ministri imprenditori saprebbero smontare lo scandalo dell’evasione fiscale, la più pesante d’Europa in quanto contribuenti aziendali, con esperienza che manca a ministri professori o politici di mestiere.

Cordialità.

Su Il Sole 24ore 14 giugno

La Germania è così per la cogestione

Caro direttore, nel libro intervista di Ettore Bernabei, edito da Cantagalli e frutto di una chiaccherata con Pippo Corigliano, viene fatto un ampio raffronto tra cause del miracolo economico italiano degli anni 50/60, col conferimento dell’Oscar alla lira, e la pesante crisi che ci perseguita da alcuni anni. Ettore Bernabei, 92 anni ben portati, è persona dotata di notevole esperienza dirigenziale, che gli consente di fare confronti di questo tipo. Egli conclude la sua analisi definendo la crisi che stiamo vivendo “la terza guerra mondiale in guanti bianchi”. Bernabei parla anche di prostrazione politica del Paese. Al riguardo osserva che i cattolici hanno dimenticato quello di cui sono stati capaci negli anni del boom economico. Travolti da una certa propaganda “anticattolica”, hanno smesso di fare politica. Il sistema di economia sociale che era stato attuato dai cattolici, è stato poi abbandonato e sostituito dalle lobby multinazionali, che hanno ucciso il miracolo economico. In Germania, negli anni del nostro miracolo economico venne introdotto un modello di economia sociale riconducibile nei suoi tratti salienti alla dottrina sociale della Chiesa, e a cui si erano ispirati nel primo dopoguerra i nostri politici cattolici. L’avvio fu il seguente. Il potente sindacato tedesco delle industrie minerarie e siderurgiche indisse un referendum – sondaggio sulla richiesta di applicazione della cogestione. Il 95% dei lavoratori votò affermativamente per la cogestione. La scelta fu indovinata. Le aziende cogestite guadagnano più di quelle governate in modo tradizionale. Per effetto della cogestione applicata a medie e grandi imprese, la Germania è il Paese col minor tasso di disoccupazione e coi maggiori salari. E’ diventata la prima potenza manifatturiera, finanziaria e politica in Europa. Il modello della cogestione fortemente voluto dai lavoratori, incontrò notevole resistenza nelle Associazioni imprenditoriali tedesche, ora soddisfatte di avere introdotto quel modello. Da più parti è stato constatato che il sistema economico italiano deve cambiare altrimenti non ha futuro. Andiamo verso una terza guerra mondiale in guanti bianchi, come afferma Bernabei, di cui notiamo sintomi evidenti con la chiusura di migliaia di aziende. Perciò occorre che i politici italiani unitamente ai vertici confindustriali riflettano attentamente sulla necessità di passare al modello economico tedesco per le medie e grandi aziende, per scongiurare una terza guerra mondiale” economica” di cui abbiamo già sentito troppi echi negativi.

Cordialità.

A Tempi 13 giugno

Commenta sul forum in Lettere. Bruno Mardegan, milanese di adozione e sposato da una vita con Claudia, ha cinque figli e nove nipoti. Ha – da sempre – la dote non comune di scrivere ai giornali lettere che gli vengono pubblicate. È frequente trovare suoi interventi su Il Foglio, Avvenire, Il Giornale, La Stampa, il Corriere della Sera e Il Sole 24 ore.

 

I commenti sono chiusi.