Blog / Una donna nel Vangelo | 31 Agosto 2019

Domenica 1° settembre – Uno solo amore per tutti

Commento al Vangelo (Lc 14,1.7-14) del 1° settembre 2019, XXII domenica del Tempo Ordinario

Un sabato Gesù era entrato in casa di uno dei capi dei farisei per pranzare e la gente stava ad osservarlo. Osservando poi come gli invitati sceglievano i primi posti, disse loro una parabola: «Quando sei invitato a nozze da qualcuno, non metterti al primo posto, perché non ci sia un altro invitato più ragguardevole di te e colui che ha invitato te e lui venga a dirti: Cedigli il posto! Allora dovrai con vergogna occupare l’ultimo posto. Invece quando sei invitato, và a metterti all’ultimo posto, perché venendo colui che ti ha invitato ti dica: Amico, passa più avanti. Allora ne avrai onore davanti a tutti i commensali. Perché chiunque si esalta sarà umiliato, e chi si umilia sarà esaltato».

Se un giorno verrai a pranzo a casa mia.
Ti servirò.
Ti guarderò.
Mani e occhi saranno al tuo servizio.
E poi mi siederò accanto a te.
Accanto a te, è l’unico posto che voglio.

Entrano in una casa per pranzare con te.
E cercano i primi posti.
C’è un solo posto.
L’unico.
Vicino a te.
Chiamami amore mio.

Mi siedo all’ultimo posto.
Mi sembrano tutte più belle, più buone, più brave.
Mi sembrano tutte più potenti, più intelligenti, più istruite.
Poi vieni tu e chiami me.

E capisco che se ci sei tu c’è un solo posto: accanto a te.
C’è un solo amore per tutti: il tuo.